digitalsound

Fare in modo che gli strumenti non si sovrappongano in un determinato intervallo di frequenze troppo ristretto, (in termini musicali non far suonare tutti gli strumenti in una determinata ottava) questo renderà la vita più semplice al fonico e al mix, evitando di utilizzare EQ per ripristinare la risposta in frequenza.

Essere piuttosto "trasparente" affinché ogni frase musicale sia sufficientemente intelligibile; fare in modo che non tutti gli strumenti suonino per l'intera estensione del brano ma valorizzare l'intensità con l'aggiunta di strumenti e viceversa; valorizzare al meglio, quando la composizione lo richieda, gli strumenti ritmici, basso, batteria, percussioni, chitarre accompagnamento ecc. Sono il "cuore pulsante" dell'arrangiamento pop.

Essere al servizio del solista, sia esso voce o strumento. Una base musicale perfetta per un interprete non è certo che lo sia per un altro artista. Un errore frequente è quello di prendere a modello l'arrangiamento di un brano, reinterpretato da un'altro, e sperare possa essere l'ideale anche per quest'ultimo. Il risultato è quasi sempre deludente. Il solo cambio di tonalita può squilibrare tutto l'arrangiamento.

La direzione di un'orchestra sinfonica nel genere crossover, la microfonazione, la registrazione, l'amplificazione  sonora,  l'integrazione con gli strumenti pop e l'innovazione tecnologica, un'arte ancora da consolidare.

Dopo svariate esperienze in stage e in studio di registrazione come arrangiatore, pianista e conduttore,  nel '94 decisi di  approfondire gli studi  sulla propagazione del suono, l'acustica, la tecnica  di ripresa e la manipolazione del suono.

Per me mixare ora è come dirigere un'orchestra e viceversa, non basta battere il tempo, trovare la giusta sintonia e armonia dei suoni, molteplici sono i fattori decisionali, l'organico, il tipo di ripresa, la disposizione orchestrale, l'equalizzazione, la compressione, l'ambiente, le varie traccie musicali, quali scegliere, quali  sostenere, quali rendere fantasma, quali   eliminare, decisioni importanti da affrontare.

Il lavoro del fonico deve essere eseguito in sintonia e con la stessa accuratezza del direttore d'orchestra.

 

 

Bertolo Walter Nato a Castelfranco Veneto il 2/12/1968 e ad appena sei anni comincia il suo cammino musicale frequentando gli studi  con il M° Francesco Salvador nella cattedra di  fisarmonica. Partecipa a vari concorsi, affermandosi sempre nei primi posti come giovane virtuoso. L'orecchio assoluto  identificato  dal M° Renzo Simonetto; durante il  primo dettato musicale, valutato con un dieci e lode.

Nell' 83 continua gli studi al conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto  dovendo scegliere un altro strumento perchè la fisarmonica non faceva all'ora parte del programma ministeriale, trova posto nella classe di clarinetto condotta dal M° D. Zanbon. Nel contempo porta avanti anche lo studio del pianoforte con il M° A. Viola strumento che completa maggiormente la sua predisposizione ,  si diploma  in clarinetto  con il M° Pergolesi. Frequenta successivamente una master class di jazz con il  Sax  tenore e soprano alla 'Dizzy Gillespie' di Bassano del Grappa e studia tecnica di improvvisazione  con l'americano Jobby .

L' acustica ambientale e tecniche di registrazione vengono approfondite ed esercitate successivamente alla Fonoprint di Bologna. Si cimenta con gli strumenti elettronici e computer music degli anni 80 sperimentando i primi sintetizzatori e il midi. Comincia ad arrangiare  brani inediti con svariati autori e compositori nell'ambito delle orchestre del nord Italia.

Nel 94 viene ingaggiato  dall'orchestra di canale 5  diretta dal M° Lombardi, ha modo di suonare con diversi musicisti affermati nel mondo della musica pop. Proseguono le esperienze musicali come poli strumentista, pianista, saxofonista, clarinettista e fisarmonicista, assunto otto ore al giorno nei caffè concerto di Venezia, successivamente con il ruolo di pianista nel prestigioso treno 'Oriente Express'. Nel 96 dopo una  esperienza duratura con l'orchestra California, rileva lo studio di registrazione  dell'amico musicista Dino Fontana   scomparso per malattia e inizia una nuova avventura nel mondo discografico. Lo studio nasce nel piccolo garage dei genitori  con il nome ‘Digitalsound’, epoca  dei primi registratori multipista digitali.

Nel 2000 lo studio si trasferisce nella nuova struttura, ampliando spazzi e attrezzature.

 

Successivamente diventano Edizioni Musicali dove si produce tutt'ora per molti artisti ed etichette discografiche generi: pop, rock, dance, jazz, classic, lirico sinfonico. Oltre mille ad oggi le produzioni discografiche effettuate per svariati artisti, un punto di riferimento per le produzioni discografiche, oltre un milione di copie stampate.

Ricordiamo la grande collaborazione artistica degli ultimi anni con la musica sperimentale del maestro Giusto Pio, ricordiamo la realizzazione dell’ultima opera multimediale ‘Il Trittico’.

Le collaborazioni con l’autore Lorenzo Pilat del Clan di Celentano, autore di “Fin che la barca va’ Orietta Berti, con Romano Musumarra compositore di Pavarotti, il Divo, Andrea Bocelli, Alessandro Safina ecc.

2004 Tour in Canada come fisarmonicista con il gruppo corale musica insieme, a Montreal, Ottawa, Vancouver, Toronto, Guelph, Detroit.

Dal 2006 si concretizza una grande avventura  che lo coinvolge,  come pianista e direttore d'orchestra in moltissime parti del mondo. Si ricorda i concerti  arrangiati per Amii Stewart e Alessandro Safina accompagnati dall’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, volati successivamente anche a Doha in Qatar. Da qui in avanti solo grandiosi concerti nei maggiori teatri del mondo con Alessandro Safina e orchestre locali: tour in Olanda di cui anche il prestigioso teatro Concertebauve di Amsterdam, Luxor Rotterdam, Hertogenbosch, special guest Petra Berger e Fiorenza Caloggero, Hilton concert special guest Chrissie Hynde,  Orchestra Filarmonia Veneta, Dubai, Beirut ,Festival International Biblos, band e orchestra sinfonette de Libano, Israele Telaviv e Gerusalemme special guest Sumi Jo, orchestra sinfonette Israel, Bucarest palatului special guest Adela Pupeschu e Janna, Tour in Russia Mosca, Yekaterinburg, Samara, Novosibirsk, Kazan, Rostov, Krasnodar, Voronezh, Yaroslavl, Chelyabinsk, Krasnoyarsk, Omsk, Kemerovo, special guest Aida Garifullina, Tour in Armenia a Yerevan, Tour in Ucraina Kiev, Odessa, Lviv, Kharkov, Donetsk, Dnepropetrovsk, Tour in Romania, Bucarest, special guest Janna Orchestra National de Opereta 'Ion Dacian', Roma, Monte Carlo, Tour in Colombia a Bogotà, Medellin.

Nel 2011 con l'incontro di alcuni colleghi di vecchia data fondano  l’Orchestra della Speranza, in qualità di direttore d'orchestra nella quale sperimenta arrangiamenti  inediti scritti esclusivamente per  fisorchestra.

2014 fa parte del quintetto TangoINmortal come pianista, entrando in un nuovo mondo quello del Tango Argentino.

Nel 2016 Arrangia e dirige una serie di concerti con l' Orchestra Sinfonica Veneta, con lo scopo di valorizzare le eccellenze del nostro territorio, si esibiranno: Michele Manfrè, Makiko Ionue, Elisabetta Battaglia, Enrico Nadai, Helly, Elisa Marion, Claudia Irene Tessaro, Francesco Mardegan,Alberto Mesirca, Marcelo Nisinman ecc.

Ha studiato direzione d’orchestra all’ European Conductor academy'  con il maestro Romolo Gessi e frequentato le master class con Lior Shambadal direttore stabile dei Berliner Symphonikere e Wilfried Tachezi del Mozarteum University Salzburg.

2017 arrangia e dirige una serie di concerti Natalizi "Christmas Song' con l'interprete Sonia Fontana alla voce e l'Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.

Digitalsound   Tel +39 0423 401916    Email: info@digitalsound.ws   Via Cal Croci Nord 14 Vedelago  - Treviso, Italy   p.iva 02487020261 - reg. impr. n. 363761

Azienda autorizzata SIAE nr. FB033/03 per la fabbricazione di supporti magnetici, meccanici e ottici  per conto proprio e terzi.

Copyright © 2017 - Digitalsound - All Rights Reserved

 

Bertolo walter Arranger